Si fermano per fare rifornimento e vanno via con un cane randagio

Si fermano per fare rifornimento e vanno via con un cane randagio

Durante un viaggio di 10 settimane possono capitare molte cose. Si possono fare molti incontri. E per Emily Trost e il suo ragazzo tutto è avvenuto a una stazione di servizio del Montana, Stati Uniti, dove si sono fermati per fare benzina e comprare qualcosa da mangiare.
Usciti dal negozio si sono imbattuti in una cagnolina che li stava aspettando vicino alla loro auto: «All’inizio abbiamo pensato che fosse di qualcuno fermo alla stazione di servizio come noi – racconta la donna -. Abbiamo fatto un giro chiedendo alla gente ma non era di nessuno. Mentre aspettavamo il suo ipotetico umano abbiamo notato che la quattozampe era molto sporca e piena di spine e ramoscelli che erano rimasti incastrati nel suo pelo».

 

 I due hanno capito che cosa dovevano fare quando una donna che si occupa dei randagi della zona li ha avvicinati e ha chiesto di adottare la cagnolina per darle una vita migliore. In un primo momento volevano portarla in un rifugio, ma poi guardandola negli occhi hanno capito che la loro vita si era incrociata non a caso: «Dopo poco tempo in auto con lei abbiamo deciso di adottarla – racconta Emily -. La mattina dopo è stata stupenda. Si è svegliata nella nostra tenda e ha iniziato a strusciare la testa su di noi dandoci tanti bacini. Era molto felice che noi eravamo ancora lì con lei».

Per i primi giorni, la piccola Montana di sette mesi, ha dormito tantissimo perché aveva finalmente un posto caldo e sicuro dove stare. E con il tempo è emerso anche il suo vero carattere: dolce e obbediente: «Le è piaciuto farsi tutto il viaggio con noi, abbiamo fatto escursioni e nuotate – racconta la coppia -. È stata fantastica in macchina anche perché ha sempre e solo dormito. Le piaceva dormire in tenda e ha subito capito che quella tenda era momentaneamente la sua e la nostra casa».

Quando il viaggio è finito, Emily ed il suo fidanzato sono tornati a casa con un nuovo membro della famiglia che non vedevano l’ora di presentare agli altri loro cani. Montana ora cresce felicemente tra le mura di casa e ama i suoi fratellini.

Fonte: Articolo tratto interamente da – lastampa.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi