Un fattorino si getta nel lago ghiacciato per salvare un cane intrappolato

Un fattorino si getta nel lago ghiacciato per salvare un cane intrappolato


Nuotare in un lago ghiacciato del gelido Montana non è da tutti e ancor di meno è farlo per salvare qualcuno. E’ il caso di Ryan, un fattorino della Ups, che stava tranquillamente facendo il suo giro di consegne di pacchi prima di Natale.

Lungo la strada, vicino a un lago, ha sentito il latrato disperato di un cane. Così, si è affrettato a fare la consegna verso cui era diretto e poi è tornato indietro, circumnavigando lo specchio d’acqua per avvicinarsi all’animale che abbaiava.

Quando è arrivato sulla riva, ha visto un signore anziano su una barchetta, che tentava invano di raggiungere un cagnolino, bloccato e terrorizzato nel mezzo del lago ghiacciato. L’imbarcazione, però, non avanzava di un millimetro perché non riusciva a rompere il ghiaccio.

“Così ho fatto quel che dovevo: mi sono spogliato fino ai boxer, ho fatto tornare a riva l’anziano e sono salito sulla sua barca, per provare a raggiungere il cane”. La barca serviva a distribuire il peso sul ghiaccio ma, a un certo punto, Ryan è finito su uno strato di ghiaccio più sottile che si è rotto, facendolo finire in acqua.

“Allora mi sono messo a nuotare: non ero lontano dall’animale e vedevo che lentamente stava andando a fondo anche lui”. Il ragazzo è riuscito a prendere il cane per il collare e a portarlo con sé, verso uno strato di ghiaccio più solido su cui farlo salire per poi raggiungere riva. Solo a quel punto è uscito anche lui dall’acqua.

Per fortuna, il signore anziano gli ha portato una coperta, poi lo ha invitato a casa sua a scaldarsi in attesa dell’arrivo dei soccorsi, che erano già per strada. “Sapevo che stavano arrivando, ma sentivo che aspettare avrebbe potuto voler dire la morte per questo cagnolino”, ha detto il fattorino, grande amante degli animali.

A quel punto tutto è finito bene: Ryan ha rimediato solo qualche taglio sulle gambe e la piccola è stata riportata al legittimo proprietario, che viveva in zona.

L’avventura, però, non è finita, e la cagnolina Sadie ha trovato il modo di mostrare a Ryan tutta la riconoscenza per il salvataggio.

“Un giorno sono andato a consegnare un pacco proprio al proprietario di Sadie”, ha raccontato Ryan, “E mentre camminavo verso la porta ho visto Sadie che si dimenava e quando il suo proprietario l’ha lasciata andare è corsa da me a farmi le feste. Evidentemente si è ricordata chi fossi e la sua gioia mi ha fatto davvero felice”.

Fonte: Articolo tratto da LaStampa.it 

Licenza Creative Commons

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi