Le frattaglie possono essere utilizzate nell’alimentazione del cane?

Le frattaglie possono essere utilizzate nell’alimentazione del cane?

Numerosi sottoprodotti di origine animale (organi interni degli animali zootecnici), anche denominati frattaglie, possono essere utilizzati con successo nell’alimentazione del cane.

I più impiegati sono: cuore, polmone, fegato, reni, milza, trippa, stomaco muscolare dei volatili. Il loro valore nutritivo è, a volte, inferiore a quello della carne, ma possiedono numerose altre caratteristiche positive, non ultima quella del prezzo più favorevole.

Poiché questi sottoprodotti sono molto eterogenei è opportuno sintetizzare le principali caratteristiche di ciascuno di essi.

Cuore: ha un buon contenuto proteico (18-19%) e calorico (150 kcal/100 g), è carente di calcio, ricco di vitamine del gruppo B. La sua elevata consistenza è utile per la ginnastica funzionale delle gengive.

Polmone: ha un contenuto proteico (14%) e calorico (75 kcal/100 g) ridotti; le proteine sono di scadente qualità.

Fegato: è ricco di proteine (18-20%) di buona qualità, possiede un contenuto calorico medio (120-140 kcal/100 g) e apporta elevati quantitativi di vitamina A e, in minor misura, di vitamine del gruppo B.

Rene: è abbastanza simile al fegato per quanto riguarda contenuto proteico e calorico, inferiore per quello di vitamina A, di cui peraltro rimane una buona fonte.

Milza: possiede abbastanza proteine (18%), ma di scarsa qualità; è ricca di potassio e di ferro. • Trippa: ha un modesto (15%) contenuto proteico e calorico (100 kcal/100 g), è povera di minerali e di vitamine.

Stomaco muscolare di volatili: è ricco di proteine (20%), il contenuto calorico è medio (135 kcal/100 g). Alcune frattaglie si prestano anche da sole a coprire buona parte dei fabbisogni proteici del cane; esse sono il cuore, la trippa e lo stomaco muscolare dei volatili.

L’associazione tra di loro o con altri apportatori proteici è comunque preferibile.

Altre frattaglie vanno impiegate con moderazione per i seguenti motivi:

il polmone possiede proteine di scarsa qualità e poca energia; può servire in razioni per cani con tendenza all’obesità; deve essere sottoposto a cottura;

il fegato e il rene apportano elevati quantitativi di vitamina A e possono causare ipervitaminosi A;

la milza ha potere lassativo.

FONTE: LaSettimanaVeterinaria

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi