E’ iniziato il Mese del Diabete del Cane e del Gatto

E’ iniziato il Mese del Diabete del Cane e del Gatto

04 Novembre 2019

Dall’1 al 30 novembre i Medici Veterinari faranno educazione e prevenzione del diabete nel cane e nel gatto. Al via la campagna nazionale.

E’ stata presentata questa mattina alla stampa la quarta edizione del Mese del Diabete del Cane e del Gatto. La campagna – che durerà fino al 30 novembre- è promossa da Diabete Italia e patrocinata da ANMVI con il supporto di MSD Animal Health Italia.
Alla presentazione è intervenuto il Presidente ANMVI, Marco Melosi, che ha sottolineato il messaggio chiave della prevenzione: “Il proprietario può fare molto – ha dichiarato- a cominciare dalla semplice misurazione della glicosuria attraverso una scala colorimetrica ma l’interpretazione di questo dato andrà sempre affidata al Medico Veterinario di fiducia. E se questi diagnosticherà il diabete, lo si dovrà curare seguendo una dieta alimentare adeguata e con la terapia a base di insulina su prescrizione del Medico Veterinario curante”.

Il coinvolgimento dei Medici Veterinari-  I proprietari troveranno materiale informativo presso le strutture veterinarie e nelle farmacie aderenti alla campagna di Diabete Italia. Sarà possibile approfondire la conoscenza di questa patologia e imparare a riconoscerne i sintomi nei propri pet. Fra i materiali, un kit per la misurazione della glicosuria, una scala colorimetrica il cui esito andrà portato all’interpretazione del proprio Medico Veterinario curante, con il quale valutare i successivi comportamenti di prevenzione o di cura.

Incidenza del diabete nei cani e nei gatti– In Italia, su circa 14 milioni di cani e gatti che vivono nelle nostre famiglie, la prevalenza di questa patologia è di circa l’1-2%, ciò significa che i pet colpiti da diabete sono circa 280 mila.  “Di solito – spiega Melosi- ad ammalarsi sono gli animali adulti e anziani, spesso in sovrappeso. Il cane è colpito quasi esclusivamente dal diabete di tipo 1, quello di tipo genetico, e le femmine affette risultano essere il doppio rispetto ai maschi. Anche alcune razze sono più a rischio: Setter Inglese, Terrier, Samoiedo, Schnauzer Nano, Beagle, Barbone, Dobermann Pinscher, Golden Retriever e Labrador. Nel gatto, affetto prevalentemente dal diabete di tipo 2, risultano più colpiti i soggetti maschi castrati. A differenza del cane, in quest’ultima specie il legame tra obesità e comparsa della malattia è stato chiaramente dimostrato”.
Uno dei fattori che causano la malattia – sia nel cane che nel gatto- è  uno stile di vita non corretto, sedentario e caratterizzato da cattive abitudini alimentari.

Disagnosi precoce e cura –  Lunghe passeggiate per il cane e lo stimolo al gioco per il gatto sono valide terapie preventive. “La diagnosi precoce rimane comunque il punto fondamentale- prosegue Melosi-  se il gatto o il cane sembrano comportarsi in modo diverso, se bevono di più o dimagriscono senza apparente motivo è sempre bene rivolgersi senza indugio al proprio Medico Veterinario”.
Se curato, il diabete negli animali, così come nelle persone, comporta una vita del tutto normale. Lo conferma Federico Fracassi, Medico Veterinario e professore associato al Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie di Bologna e consigliere Scivac: “Se curato, il diabete animale si comporta come quello umano, ovvero può essere tenuto sotto controllo e non alterare significativamente la qualità della vita. E’ la prevenzione, soprattutto nel gatto, a rimanene la prima arma per combattere la malattia. Occorre contrastare con determinazione – conclude Fracassi-  obesità e sedentarietà, i nostri pet devono insomma muoversi e giocare il più possibile. Fa bene a loro così come a noi!”.

La Giornata mondiale del 14 novembre –  La campagna per la prevenzione del diabete veterinario, si tiene in novembre in concomitanza con la Giornata Mondiale del Diabete, che si svolge il 14 novembre, in collaborazione con Diabete Italia.

Novembre sarà il Mese del Diabete del Cane e del Gatto

fonte: Anmvioggi.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi