Servizi

A chi mi rivolgo

E' arrivato un cucciolo in famiglia e vuoi costruire un'ottimale relazione con lui?

Attività

Cinofilia Gentile accompagna la vita del cane e del proprietario a 360 gradi.

Approccio educativo

L'approccio è dettato dalla grande passione per i cani, ...

A chi mi rivolgo?

  • E' arrivato un cucciolo in famiglia e vuoi costruire un'ottimale relazione con lui?
  • Vorresti capire come sviluppare la motivazione del cane a riferirsi a te, e insegnargli tante cose divertendovi insieme, sviluppando il suo equilibrio e la sua autostima?
  • Qualche incomprensione rende non pienamente soddisfacente la convivenza con il tuo cane?
  • Il tuo cane presenta disagi, comportamenti sgraditi e/o pericolosi?
  • Non ti ascolta e/o non riesci a farti capire da lui?
  • La tua relazione é giá abbastanza buona ma vuoi migliorarla passando più tempo di qualità con il tuo cane?
  • Vuoi adottare un cane in allevamento o in canile e vorresti essere assistito nella scelta e nell'inserimento del nuovo amico nella tua famiglia?

Se la risposta ad almeno una delle domande sopra é affermativa non esitare a contattarmi.

Saró felice di aiutarvi a stare meglio insieme.

Attività

Educazione base cuccioli e adulti

Educazione base cuccioli e adulti

Gli interventi prettamente educativi sono rivolti a tutti i cuccioli da 2 a 6 mesi circa, o agli adulti che non presentano particolari problematiche comportamentali, ma dove il proprietario desidera avere il meglio dalla relazione con il cane appena adottato, divertirsi e passare più tempo di qualità insieme.

Al termine di un primo incontro conoscitivo, il cui scopo è identificare la situazione esistente e le vostre esigenze, si elabora un percorso educativo o rieducativo personalizzato (vedere anche Rieducazione di problemi comportamentali).

La natura e la tempistica dei percorsi educativi di base sono sempre adattate alle vostre esigenze, alle caratteristiche ed età del cane, e si compongono di una breve fase teorica circa la conoscenza del cane, e la comunicazione, e di una fase pratica, nella quale vi illustrerò quali sono e a cosa servono gli "strumenti" che andremo ad utilizzare, e come e quando utilizzarli al meglio.

Lavoreremo per migliorare la conoscenza del cane, la comunicazione e la reciproca comprensione, la sua autostima (migliore percezione di sé stesso), la capacità di controllarsi e reagire correttamente agli stimoli che riceve dall'ambiente, riflettere, e fare le scelte opportune a seconda delle situazioni, ed a stimolarlo e motivarlo a fare riferimento a voi, e a seguire le vostre indicazioni, senza ansie e conflittualità ma piuttosto complicità.

Il cane sarà felice di passare del tempo con voi, di fare delle cose interessanti insieme a voi, e voi scoprirete quanto é divertente e stimolante capirsi e passare più tempo di qualità insieme.

I corsi sono rivolti a cani di tutte le età (da 2 mesi in poi) poichè non c'è un età oltre la quale il cane non possa imparare qualcosa e, sopratutto, NON esiste un età oltre la quale il vostro cane non sarà felice e non trarrá benefici dal condividere attività con voi.

Rieducazione di problemi comportamentali

Rieducazione di problemi comportamentali

I percorsi di Rieducazione Comportamentale sono rivolti ai possessori di cani che esibiscono problemi o disturbi comportamentali.

Spesso queste problematiche, che possono esprimersi attraverso ansie, iperattaccamenti, distruttivitá, iperattività, aggressività, paure, depressione, nevrosi, etc., sono sintomi di una situazione di disagio del cane, e non vanno assolutamente sottovalutate, né tanto meno illudersi che passino col tempo.

Secondo le informazioni raccolte in occasione del primo incontro, verrá svolto un lavoro iniziale di analisi sia sulle potenziali cause delle problematiche espresse dal cane, che di valutazione sugli effetti nel comportamento.

Spesso i comportamenti indesiderati del cane sono causati da problemi di socializzazione, paure, privazioni, inadattamento, errato imprinting. Trovo assolutamente necessario individuare le cause (stressor), perché se ci occupiamo solo degli effetti potremo rischiare soltanto di inibirli (vedi, ad esempio, l'assurdo utilizzo dei collari a strozzo), ma il cane troverá poi un altro modo di esprimere il suo disagio che non si è risolto.

Verrá elaborato quindi il percorso rieducativo ideale e mirato sia al recupero comportamentale del cane, in ordine ai problemi evidenziati, che a fornirvi le informazioni necessarie su come gestirlo nel migliore dei modi in futuro.

La modalità e la tempistica di svolgimento del percorso rieducativo verrá continuamente adattata secondo i progressi raggiunti.

In alcuni casi mi riserveró di chiedervi di effettuare una visita preventiva presso un Veterinario Comportamentista di fiducia. Egli valuterá quale terapia comportamentale può essere più adatta alle vostre esigenze, che poi andremo ad applicare insieme.

A che età iniziare?

A che età iniziare?

Ho aggiunto questa breve sezione per rispondere ad una domanda che mi viene rivolta continuamente.

A che età un cane può iniziare l'addestramento?

In realtá la grande maggioranza di chi mi chiama sta parlando di Educazione, non di Addestramento, che non sono assolutamente la stessa cosa, anche se il secondo é chiaramente propedeutico al primo.

Quindi la domanda corretta é: "Quando posso iniziare ad educare il mio cane?"

Risposta: "Il giorno esatto in cui lo portate a casa".

Giá, appena arrivato a casa. Anzi sarebbe meglio che ci incontrassimo una volta anche prima di portare a casa il cucciolo o l'adulto adottato.

Il cane inizierà subito, appena entrato nel nuovo ambiente, a cercare informazioni di come funzionano le cose in quella casa, quali sono i comportamenti vincenti, e sopratutto, a decifrare le caratteristiche dei componenti del suo nuovo branco, quindi se, e a chi, fare riferimento.

Perchè escludere la possibilità di sapere da subito di cosa necessita il vostro nuovo amico a 4 zampe, di quali informazioni ha bisogno, di come trasmettergli efficacemente le informazioni che volete dargli, di imparare quindi un pò di "canese" per capirlo e farvi capire meglio?

Ciò renderà l'ingresso del nuovo amico a 4 zampe nella vostra casa molto più facile per lui e per voi.

Creare armonia prima è molto più appagante e divertente che risolvere dei problemi dopo.

Se questa mentalità fosse più condivisa ci sarebbero tanti cani abbandonati in meno.

Educazione avanzata freestyle

Educazione avanzata freestyle

In quest'attività il binomio cane-proprietario si cimenta (e si cementa), divertendosi, in attività più dinamiche e gradualmente più  impegnative, ed é rivolta a tutti coloro che vogliono migliorare la già buona relazione e intesa con il proprio amato.

Rappresenta la naturale continuazione della crescita fatta insieme durante l'Educazione di base, o di un percorso Rieducativo.

Anche i percorsi individuali di Educazione avanzata sono progettati secondo le vostre caratteristiche ed esigenze.

Il proprietario sceglierà in cosa impegnarsi scegliendo tra un ampio ventaglio di attività. Alcune di queste ricalcano attività comuni in alcune discipline agonistiche quali l'Obedience e l'Agility, quindi saranno utili come base per chi vorrà poi impegnarsi in questi sport.

Attivazione mentale

Attivazione mentale

Esistono tanti modi per giocare con il nostro cane e svolgere con lui attività sempre diverse e stimolanti per la sua mente. E' bene ricordare che il cane non fa differenza tra gioco e lavoro: per lui tutto rappresenta un' attività e una possibile fonte di apprendimento.

Tutti conosciamo il lancio della pallina, o del bastone, o il rincorrersi a vicenda, giochi che, se ben gestiti, aumentano la complicità e la collaborazione tra noi ed il nostro amico. Ma alla lunga possono annoiare noi e loro.

E' bene invece alternare le attività che svolgiamo con il nostro amico, non solo fisiche e di inseguimento quindi, ma anche di stimolo alla riflessione e alla discriminazione, che favoriscano lo sviluppo di processi cognitivi e l'autocontrollo del cane, elevandogli l'autostima e migliorando il suo equilibrio.

Inoltre possono rappresentare un ideale alternativa ad attività che svolgiamo all'esterno, in caso di poco tempo a disposizione o di maltempo.

Negli ultimi anni sono stati sviluppate metodologie e strumenti che divertono il cane, lo aiutano a calmarsi, a concentrarsi, a discriminare, ed essere premiato per le scelte compiute in modo autonomo, con evidenti benefici per lo sviluppo equilibrato del suo carattere e della sua autostima.

Sessioni di "Attivazione mentale" fanno parte di ogni percorso educativo.

Approccio educativo

L'approccio è dettato dalla grande passione per i cani, dal rispetto del loro bagaglio etologico, e dalla piena coscienza di quanto una buona relazione con loro possa arricchirli e arricchirci.

Il minimo comune denominatore della mia attivitá è raggiungere la miglior relazione possibile tra cane e proprietario, ed il miglior benessere psico-fisico del cane, in assenza di coercizione, stress, e incomprensioni.

Da questi concetti-base si articola ogni intervento. Ecco perché è venuto naturale adottare e sviluppare l'Approccio Cognitivo ed il Metodo Gentile, quali filosofie di base delle interazioni col cane, e l'utilizzo di protocolli didattici quali il Condizionamento operante e in alcuni casi il Clicker Training.

Ho adottato l'Approccio Cognitivo poiché credo che ogni cane sia, anche, la "risultante" sia delle esperienze che ha avuto, vissute con la propria personalità, che di quelle che gli sono mancate, e che questa "risultante" possa essere migliorata, e quindi migliorare la relazione col proprietario. Una buona relazione rende più facile e naturale per il cane riferirsi ai proprietari.

É importante quindi che il vostro cane acquisisca sempre più stima e fiducia in voi, eleggendovi a sua guida, meritevole di essere ascoltata e seguita, senza necessità di coercizione, adescamenti, e/o ripinzandolo di premietti non guadagnati.

Il Metodo Gentile significa dare indicazioni sui comportamenti utili al cane utilizzando solo il Rinforzo positivo o l'assenza di questo. Il Condizionamento Operante, protocollo molto utilizzato, specie coi cuccioli, permette al cane di pensare e discriminare, ed assumere un ruolo assolutamente attivo nell'apprendimento, alimentando la sua autostima ed il suo equilibrio.

Il Clicker Training é una metodo di comunicazione che in certi casi dà al cane un informazione più precisa di quanto potremmo fare con la nostra voce.

Uniremo il tutto “lavorando” in una cornice di entusiasmo e complicità, senza ansie e conflittualità.

Non utilizzo metodi coercitivi perché oltre che essere deprecabili, producono cani inibiti e apatici, che imparano pochi comportamenti in modo meccanico e la cui esecuzione avviene solo per la paura di ciò che potrebbe succedere altrimenti. Chi segue ancora questa “metodologia” inoltre non prende mai in considerazione il rapporto cane-proprietario, né lo stato emozionale del cane, propugnando un canone didattico dozzinale e generalizzato, basato prevalentemente sulla prevaricazione del più grosso e più forte, cioè l'uomo, sul cane.

I risultati di una buona relazione invece, e della motivazione del cane ad essere interessati a svolgere attività insieme a noi, li vediamo tutti i giorni, nelle famiglie assistite da bravi professionisti, nei cani impegnati nello sport, impegnati nei salvataggi in acqua o nella ricerca persone, nell'aiuto che offrono a proprietari non-vedenti o diversamente abili, etc..

La mia attività si può dividere in tre parti, non necessariamente distinte:

  1. Educazione di base/avanzata
  2. Rieducazione di problemi comportamentali
  3. Consulenza nelle adozioni

Ogni percorso viene elaborato individualmente nella modalità e nella tempistica, in funzione delle informazioni raccolte in occasione del primo incontro presso il vostro domicilio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi