Il cane si educa o si fa educare? (3°parte)

Il cane si educa o si fa educare? (3°parte)

Quindi cosa voglio essere io per il mio cane?

Un compagno di giochi e/o un distributore automatico di coccole? Voglio essere il padrone? Mi accontento di essere uno che ogni tanto va in giardino a tirargli una pallina e, forse, gli fa una coccola quando arriva a casa la sera?

Un soggetto che il cane trova sempre ben disposto a giocare con lui e a coccolarlo a richiesta può essere un buon compagno di vita, ma non sarà certo abbastanza autorevole per prendere delle decisioni, e ogni tanto qualcuno qualche decisione dovrà pur prenderla.

Oppure voglio essere il padrone, e quindi è dovuto che il cane, visto che l’ho acquistato e/o comunque portato a casa mia e gli dò da mangiare, deve fare quello che gli dico io? Ma perchè dovrebbe fare quello che volete voi? Per i motivi di cui sopra? SCORDATEVELO! La vostra adozione e il fatto che lo sfamiate non vi dà nessuna autorità sul cane. Semplicemente perchè l’autorità in natura non esiste, non è certo questo il concetto su cui si basano i cani per convivere (molto bene) fra loro, quindi il vostro cane non lo capirà mai. A meno che il vostro ideale di relazione col cane sia, ahimè, che quest’ultimo vi tema abbastanza, ma non voglio dilungarmi, non penso che chi sragiona in questo modo sia un frequentatore di queste mie pagine.

Terzo caso: il cane sta fuori e, quando ho tempo (quasi mai) vado in giardino a tirargli una pallina, massimo due. Niente di più. Beh, allora sarebbe bene chiedersi perchè si è portato a casa un cane. Non trovo abbia tanto senso   adottare un cane per poi perdersi il 80% di quanto c’è di bello a convivere (non possedere) con un cane? Che senso ha adottare un animale così altamente sociale se poi io non voglio socializzare con lui? Il mio cane sarà contento di stare tutto il giorno in giardino a non avere niente da fare? NO. A parte i cani di alcune razze in cui è spiccata la necessità di controllare e difendere il territorio, i cani delle altre razze si romperanno solo tremendamente le scatole, cercando continuamente un attività che lo impegni aiutandolo a passare il tempo. Ma quando un cane si va a cercare qualcosa da fare nel 95% dei casi è un “qualcosa” che a noi non piace.

Se volete dare una risposta al vostro cane circa chi potreste (o dovreste) essere voi per lui e quanto possa contare su di voi, no esitate a contattarmi. Sarò felice di mettere a vostra disposizione la mia esperienza, frutto di oltre 10 anni di attività professionistica, e più di un migliaio di situazioni affrontate.

 

 

 

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. + informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi